Elenco Gallerie

Farfa

7326249914 421b0cc421 c

Capita spesso di rifugiarsi in alcuni luoghi per pensare, calmarsi, esprimere le proprie emozioni. E quei luoghi diventano dei santuari, dei posti magici, segreti, in cui ognuno di noi può andare a riscoprire se stesso quando si sente perduto o confuso.

Basta andare lì, passeggiare, affacciarsi, sedersi e tutto si placa… prende forma e significato.

Ma cosa succede se si deve cambiare città, paese o nazione?

Lasciare quel rifugio è come lasciare un pezzo di sé e il solo pensiero terrorizza…

Bene, a volte capita di essere fortunati e di inciampare per caso in un altro luogo magico, che ti calza a pennello.

Mentre passeggio per questi viottoli di pietra e terra, sola, accarezzata da un bel sole nascente, mi calmo e mi innamoro. Mi innamoro di questi fiori che resistono all’inverno, di queste case ancora addormentate, delle antiche pietre cesellate con pazienza, del rumore del vento tra i cipressi e di tutti questi gatti che si stiracchiano beatamente. Entro in cortili, case, giardini e tutti sono a mia misura, tutti sembrano volermi accogliere… forse è questa la sensazione che ha provato il principe quando è giunto al castello della bella addormentata, chissà.

Sono sola. E la cosa mi esalta. Tutto è mio.

I miei occhi fagocitano il più possibile… quello che non riescono a trattenere lo fissano in una fotografia per stare tranquilli.

Eccolo, lo cercavo da tanto tempo, ed ora eccolo, eccolo qua… Già mi immagino rannicchiata su quella panchina a prendere decisioni importanti, oppure affacciata al belvedere a cacciare i brutti pensieri più lontano possibile.

Sono sola. E sono felice.

Ho di nuovo un mio regno